Gamification: il nuovo driver per il retail

Silvia Ghiotto -

Gamification

“Si può scoprire di più su una persona in un’ora di gioco che in un anno di conversazione.”
(Platone)

Il gioco è sperimentazione, relazione, divertimento. Passiamo la prima, e fondamentale, parte della nostra vita a giocare. Come dimenticarlo? I ricordi, le emozioni e le sensazioni ludiche permangono nella nostra mente anche da adulti.

Su questo ricordo atavico e profondo i brand oggi hanno la straordinaria occasione di stimolare l’engagement, coinvolgendo i consumatori a partecipare in modo attivo ai programmi fedeltà.

A fronte di esperienze di acquisto molto standardizzate è possibile fare la differenza, sia in-store che online, attingendo alla Gamification.

Fidelizzazione: sconti o carote?

La Gamification sottende una domanda: il nostro cliente è più gratificato dagli sconti o dai premi? ama ricevere o ama sfidarsi?
Riportare il cliente ad avere cura della propria fidelity card passa attraverso la rivisitazione dell’attuale modello di fidelizzazione, che poggia sull’antica regola dell’”acquista un certo valore e te ne restituirò una piccola parte”.

Carte fedeltà che spuntano come funghi dai nostri portafogli e che con la stessa rapidità finiscono nel cestino della carta, sono la dimostrazione che i punti fidelity vengono ormai snobbati dai consumatori…

La carta fedeltà del futuro premia l’omnicanalità e la gamification

Rivisitare i programmi fedeltà significa riuscire a scardinare un concetto chiave: la fidelizzazione del consumatore non si fonda esclusivamente sull’acquisto.
Nel retail omnichannel la relazione con i clienti può essere costruita premiando ogni forma di contatto positivo con il nostro brand. Ed ecco che dichiarare la propria presenza nello store multibrand (geolocalization), registrare il proprio acquisto, postare nei social network oppure leggere la newsletter, dovrebbero far parte dei punteggi da maturare nei programmi fedeltà.

Gamification: quando il divertimento non è fine a stesso

Offrire diverse modalità per accumulare punti è il primo passo per rendere il cliente parte attiva e creare interesse.
Nei modelli di loyalty basati sulla Gamification, anche il gioco contribuisce a generare punti e dunque un ranking. Al raggiungimento del “livello” il consumatore potrà scegliere il premio messo in palio dal brand, tra i propri prodotti o quelli di terzi. Chi non sarebbe stimolato a giocare?
Più aumenta il valore intrinseco della card, più il cliente inciderà sulla reputazione e sulla conoscenza del brand. E finalmente assisteremo a fenomeni di store invasi per l’attivazione della fidelity card….digital naturalmente!

Gamification: ecco come si gioca il futuro della cartà fedeltà nel retail

La carta fedeltà dei prossimi 5 anni: la gamification sarà il driver delle prossime strategie di marketing per brand e retailer.

Fonte web: www.sinesytrade.it/gamification-carta-fedelta/

Market Analysis – Sinesy
Cosa amo fare? Marketing digitale per lo sviluppo della presenza online del brand, dei prodotti e dei servizi, la produzione di contenuti in funzione dei diversi canali di comunicazione digitale, lo sviluppo delle vendite, dell’engagement e delle relazioni. Metto a frutto le mie competenze di marketing nel mercato retail apparel per la crescita del business delle aziende.