BI e CRM, scontro tra titani BI e CRM, giganti della gestione e dell'analisi dei dati nelle aziende. Uno scontro alla pari? Tu quale utilizzeresti per il tuo Business?

Marco Tugnolo -

analisi dei dati

Quale soluzione scegliere come strumento di analisi dei dati?

Si è sempre dibattuto sulla questione se il CRM (Customer Relationship Management) o la BI (Business Intelligence) siano le soluzioni più efficaci per condurre un’azienda al successo.
Tale questione è dovuta al fatto che gli strumenti di BI e CRM spesso condividono un certo numero di uguali funzioni: in particolare quelle utili per l’ analisi dei dati storici al fine di trarne le tendenze chiave importanti per le aziende.

Tuttavia, gli esperti del settore non hanno ancora trovato accordo nel determinare quale sia la miglior soluzione per l’analisi strategica aziendale.

Diamo dunque inizio a questa spietata battaglia tra la BI e CRM, discutendo delle loro fondamentali differenze, in modo da scoprire quale soluzione si addica di più a voi e al vostro business.

Qual è la differenza?

Senza creare troppa suspense, diamo subito la risposta: gli strumenti di BI e di CRM sono stati costruiti per scopi diversi.

La BI è stata creata per un bisogno strategico: la necessità di informazioni chiave per il business. Saper affrontare le condizioni economiche instabili è diventato fattore di competitività e per questo la conoscenza dei trend forniti dalle analisi dei dati di BI è diventata garanzia di successo. L’evoluzione dei media e il potere sempre crescente del cliente hanno comportato un’esponenziale crescita delle dimensioni dei dati organizzativi e questo ha reso i dati non strutturati difficili da interpretare.

La BI è nata allo scopo di razionalizzare grandi volumi di dati in report che forniscono una visione panoramica dell’azienda, e che contemporaneamente costituiscono la base delle previsioni di condizioni future, consentendo alle aziende di prepararsi in anticipo. Le analisi di BI coinvolgono elementi esterni come ad esempio i dati di mercato, i dati di settore o i social network, tali da generare un vantaggio strategico globale. La BI di conseguenza non è incentrata su una parte specifica del business ma si concentra nel suo complesso.

I software CRM invece sono più centrati sul consumatore. Consistono in dei sistemi completi che aiutano il business nel seguire ogni parte dell’esperienza del cliente a partire dal marketing, fino alle vendite, al supporto e al servizio.
Se da un lato la BI ha la strategia di coinvolgere dati esterni, la CRM adotta un’altra strategia necessaria per sopravvivere a lungo nel mercato che si basa sulla creazione di relazioni migliori e favorevoli con i clienti.

I dati utilizzati dalla CRM sono molto importanti perché possono aiutare l’azienda a mantenere fedele la clientela. Tuttavia questi dati possono essere facilmente incorporati in uno strumento di BI, accanto ad altri aspetti che influenzano la crescita del business, consentendo una vista molto più ampia di tutti gli aspetti del business.

Fonte dati: singola Vs multipla

Gli strumenti di BI e CRM sono entrambi dotati di funzionalità di reporting avanzate, ma differiscono per le loro capacità di incorporare dati.

Gli strumenti di BI sono conosciuti per la loro capacità di elaborare dati provenienti da fonti multiple (specialmente tramite mash-up) per costruire report chiari e comhttps://marketingtechnology.it/wp-admin/profile.phppleti.
Dal momento che la BI è dotata di un’efficace funzionalità di visualizzazione, questi report possono essere presentati in grafici, tabelle o infografiche che aiutano gli analisti di business ad identificare in modo efficiente le tendenze e trarre spunti strategici dai dati.
La maggior parte dei software CRM, invece, è in grado di accedere solo ai dati memorizzati nel database a loro collegato. Infatti non tutti i software dispongono di moduli per poter accedere a database esterni: soltanto alcuni produttori hanno sviluppato programmi con la capacità di integrarsi con diversi database, in modo da rendere il CRM un’unica fonte di dati avanzata, migliorando notevolmente la loro capacità di reporting.

Analista di Business Vs Vendite e Marketing

Per riuscire a domare la BI, un’azienda deve avvalersi di un analista esperto con un forte background aziendale.
Un membro dell’IT tecnologicamente avanzato, potrà sicuramente essere competente con lo strumento di BI, ma non sarà sufficientemente qualificato per identificare quelle informazioni di business che possono influenzare le decisioni.
È anche vero che il CRM è incentrato sui clienti, vendite e marketing, e spesso è consigliabile che tali strumenti vengano sfruttati da venditori o esperti di marketing per costruire migliori relazioni con i propri clienti, analizzare i risultati e per scoprire le tendenze che possono aiutare a realizzare una migliore esperienza del consumatore.

In conclusione?

La scelta tra BI Vs CRM dipende dall’obiettivo che si vuole realizzare. Se lo scopo è la soddisfazione del cliente, il CRM è la miglior strada da percorrere. Se invece abbiamo bisogno di un’analisi completa focalizzata sul business e che coinvolge anche fattori esterni, la risposta è la BI.
Indipendentemente dall’opzione che si preferisce, entrambe le soluzioni si basano sul concetto di “analisi delle vendite” che aiutano l’utilizzatore a sfruttare i dati per fini strategici e quindi per la crescita del business.


Leggi anche “Self Service BI a supporto dell’azienda